La sventagliata da nord odierna sta determinando quella che apparirà come la prima serata invernale della stagione. Già dopo il tramonto, difatti, la temperatura è rapidamente scesa verso la soglia dei 10 gradi, ma nel corso delle prossime ore andrà anche sotto questa soglia, dando davvero l’impressione di inaugurare la stagione fredda.

In realtà, già dopo la mezzanotte, complice anche la rotazione dei venti a Libeccio e l’incremento della nuvolosità, la temperatura inizierà a salire leggermente e prima dell’alba giungeranno anche nuove piogge.

E non si tratterà neppure dell’ultimo atto dell’azione depressionaria imposta dal Vortice polare, giacché anche tra venerdì e sabato una nuova ondulazione del flusso perturbato, con conseguente formazione di un nuovo minimo barico al suolo sul centro Italia, favorirà anche da noi nuovi addensamenti nuvolosi e qualche breve piovasco nel corso della sera/notte di venerdì.

A seguire, tuttavia, il poderoso aumento della pressione da ovest metterà in fuga verso est la gigantesca conca fredda depressionaria del nord Europa e favorirà un ripristino della stabilità e farà da stimolo ad un progressivo aumento delle temperature. A quel punto la parentesi invernale sarà terminata e l’autunno riespanderà verso l’Italia il suo potere.