Scacciato ad est il grande freddo, l’Anticiclone atlantico si spingerà nel corso del week-end con più decisione verso l’Italia.

Ne conseguirà, da un lato, l’affermazione della stabilità atmosferica, peraltro già avviatasi da un paio di giorni anche sul nostro comparto, ma – per contro – anche l’incremento del tasso di umidità. Difatti, l’attivazione di una leggera componente di venti orientali favorirà l’arrivo di aria più umida ed anche leggermente più fredda rispetto ad oggi (massima registrata di oltre 16°C).

Questa situazione è destinata a peggiorare nel corso dei prossimi giorni, seppur con estrema gradualità. Domenica si avrà qualche velatura in più, lunedì un aumento della nuvolosità ancor più significativo ed entro martedì sera è possibile anche l’arrivo di qualche pioggia.

Ad ogni modo, l’inverno – apparentemente sul piede di guerra fino agli ultimi giorni di novembre – sembrerà nel corso dei prossimi giorni nuovamente intimorito dalle residue velleità autunnali, tanto da concedere alla stagione ancora formalmente in corso di trascorrere quella che potrebbe metaforicamente configurarsi come una “lunga vecchiaia”.