Un’imponente massa d’aria fredda di diretta estrazione artico-continentale ha travalicato le Alpi e la Porta della Bora nel corso del mattino di oggi e irromperà entro stasera anche sul settore adriatico italiano, innescando tanto il fenomeno dell’ASE, ossia dell’umidificazione dell’aria secca attraverso il suo passaggio sull’Adriatico – fenomeno per il quale si attiveranno sistemi nuvolosi che dal mare prenderanno compattezza, una volta giunti sull’entroterra, ove poi scaricheranno precipitazioni nevose – quanto il fenomeno dello Staü, ossia l’addensamento di tali sistemi nuvolosi sui primi contrafforti montuosi esposti alla circolazione fredda da nord-est.

Il risultato sarà l’arrivo di neve ovunque sulla Puglia, ma in modo particolare sul comparto della BAT, sulle Murge di Sud-est e sull’Alta Murgia ed anche sui settori salentini esposti all’Adriatico.

Date le temperature (pensate giungeranno sulle nostre teste termiche – a circa 1440 metri – dell’ordine di -13/-14°C), ogni precipitazione che cadrà su qualunque parte della Puglia, anche sul mare, a partire dalla tarda notte, risulterà ovunque a carattere nevoso. Ovviamente, ci attendiamo i maggiori accumuli soprattutto sulle aree più interne e montuose proprio per i fenomeni sopra citati, ma localmente non si escludono accumuli ragguardevoli anche sulle coste.

Attenti anche al forte vento, che a partire in modo particolare da domani, spirerà con raffiche che potrebbero superare i 70/80 Km/h, con due effetti: il primo è l’ingrossamento dell’Adriatico con mare da agitato a molto agitato (con mareggiate intense sulle coste), e, secondo, il raffreddamento da vento (“Effetto Windchill”), che farà percepire al corpo umano, specie sulle alture pugliesi, temperature dell’ordine di -10/-11°C.

Temperature percepite a parte, i valori termici che segnerà il termometro riveleranno minime da brivido: si andrà dai -1/-2 attesi sulle coste salentine ai -5/-6 che si raggiungeranno sabato mattina sulle Murge, per finire ai -8/-9°C che si toccheranno sul sub-Appennino Dauno e ovviamente sul Gargano.

Ad ogni modo, tanto domani che sabato, su buona parte della Puglia centro-settentrionale si resterà con valori, anche durante il giorno, negativi, dando vita a quelle che tecnicamente si definiscono “giornate di ghiaccio”, ossia giornate con valori costantemente pari o inferiori agli 0°C., anche nelle massime diurne.

Di seguito, la grafica delle previsioni meteo per le prossime 60 ore.

diapositiva1

Diapositiva2.PNG

Diapositiva3.PNG