Dopo il freddo e la neve, le piogge e i fenomeni violenti. Quest’inverno sembra intenzionato a non farsi mancare proprio nulla. Ed è per questo che, cessata l’irruenta, eccezionale, ondata di freddo russo del 6-11 gennaio scorsi, ora la stagione fredda sulla nostra zona sta producendo effetti anche sotto l’aspetto fenomenologico; ieri son già caduti oltre 18 mm. di pioggia su Castellana e nel corso di questa settimana sono stimati altri rilevanti apporti pluviometrici.

Sul fronte termico, al contrario, come largamente anticipato su questo sito da giorni, la discesa di aria polare-marittima, all’origine di un nuovo raffreddamento dell’aria sulla nostra penisola, sta producendo conseguenze soprattutto al centro-nord Italia, mentre le sbandierate nevicate (che hanno illuso coloro che si sono lasciati incantare dai titoloni di certi siti) stanno interessando solo il centro Italia a bassa quota e il sud solo a quote di alta collina e montagna.

no-moIntanto, proprio oggi, la forte vorticità dell’aria, innescata dall’approfondimento di un minimo barico sul basso Tirreno, sta già attivando una serie di intense celle temporalesche, che localmente si stanno manifestando anche sotto forma di supercelle con fulminazioni di notevole entità e forti rovesci grandinigeni, le prime avvistate nel Tarantino, i secondi verificatesi tra Mottola e Noci (vedi foto).

Nelle prossime 48/60 ore la persistenza del minimo barico al suolo sul basso Tirreno, alimentato dalla pre citata aria fredda polare, continuerà ad esporre la Puglia a fenomeni che a tratti potrebbero presentarsi di forte intensità (temporali, grandine) e sebbene la loro esatta collocazione geografica sia impossibile da stimare sin da ora, il Salento e le coste del Barese sembrano ritrovarsi in pole position in termini di elevate probabilità di fenomeni avversi. Mercoledì, relativamente al computo della sommatoria delle precipitazioni previste, appare la giornata più piovosa di questa fase perturbata. Ne tengano conto gli enti e le strutture preposte alla tutela delle persone e del territorio.

Difficilmente il tempo migliorerà prima della serata di giovedì, se non venerdì, ma si tratterà comunque di una brevissima pausa, giacché nel corso del week-end potremmo essere coinvolti nuovamente in una pesante offensiva del maltempo, questa volta di provenienza nord-africana (da confermare).

tukeyu