La news meteo odierna non può che essere quella relativa al totale flop modellistico circa l’arrivo di precipitazioni consistenti sul nostro territorio.

Difatti, se la fenomenologia stimata sino a ieri era da qualificarsi come rilevante, ormai, a quasi fine giornata, può asserirsi che le precipitazioni, almeno per la parte principale della giornata (ed in particolare per la notte scorsa, quando sarebbero dovute rivelarsi particolarmente copiose) siano risultate assenti o quasi, quanto meno sul settore pugliese costiero centrale rivolto all’Adriatico (vedi cartina). E anche se fino a domattina la possibilità di pioggia resta ancora sufficientemente alta, resta il fatto che la previsione di pioggia (e di pioggia copiosa) per oggi è un totale fallimento.

__087293___118771-0L’area depressionaria che avrebbe dovuto investirci sin dalla notte scorsa ha invece flagellato la Calabria, dove in alcune aree (vedi cartina) vi sono stati accumuli anche superiori ai 200 mm.! E’ là pertanto che le potenzialità precipitative della perturbazione hanno concentrato i loro massimi effetti, lasciando solo briciole al resto del sud e snobbando quasi integralmente il nostro settore.

Tutto ciò la dice lunga sull’affidabilità dei modelli matematici e soprattutto sulla pretesa di molti utenti di sapere esattamente il tempo che farà sulla propria testa, quasi che la meteorologia fosse venuta in possesso, non di strumenti scientifici più efficaci rispetto al passato, ma addirittura del dono della preveggenza.

Purtroppo – o meno male, a seconda dei punti di vista – non è così, e quantunque sia maledettamente diffusa la convinzione che ad ogni simbolo che viene pubblicato sul web o sulle app e ad ogni millimetro di pioggia a cui esso venga associato debba automaticamente corrispondere nella realtà quel tipo di tempo e/o quella quantità di pioggia, la verità è che l’imprevedibilità della Natura era, è e resterà sempre un elemento a cui, almeno le persone di buon senso, dovrebbero sempre prestare attenzione.