Transitato il debole fronte, che ieri ha prodotto – come d’altronde ampiamente previsto – solo qualche debole piovasco, per questa settimana potremo finalmente non pensare all’ombrello.

Scarti pressori (anomalie) alla quota isobarica di 500 hPa. Si nota la netta predominanza del rosso, che evidenzia come in quota insisteranno, almeno fino a venerdì, valori pressori più alti del normale.

index
Scarti pressori (anomalie) a 500 hPa. Il rosso evidenzia anomalie positive (pressione superiore al normale)

Difatti, grazie ad un moderato aumento pressorio, tanto al suolo quanto in quota, godremo di una discreta protezione dagli assalti perturbati, sia di quelli atlantici di tipo piovoso, sia di quelli artici o continentali di tipo freddo.

L’apertura della porta atlantica, inizialmente non ancora instabile, apporterà tuttavia due cambiamenti nel corso dei prossimi giorni:

  • La rotazione dei venti ai quadranti meridionali, con conseguente incremento progressivo del tasso di umidità;
  • Un graduale moderato aumento delle temperature.

Entro il fine settimana il tempo potrebbe cambiare per effetto di una maggiore interferenza del flusso atlantico, ma è presto al momento per prefigurare un serio cambiamento (piogge nel week-end) oppure soltanto un aumento della nuvolosità, come sembra – alla luce delle attuali interpolazioni modellistiche odierne – più probabile.