L’Italia è immersa in un vortice depressionario, che ha ridato una parvenza d’inverno anche al nostro settore, che nel corso del week-end appena trascorso si è invece ritrovato in un limbo meteorologico semi-primaverile. E se le massime di Castellana si sono fermate a 17.5°C, ieri sulle coste pugliesi la colonnina di mercurio ha anche superato i 20 gradi.

Stamattina, invece, il Salento si è svegliato a suon di temporali e il resto della Puglia è tuttora inondata di nubi, quantunque le precipitazioni si siano già allontanate dal territorio regionale.

Nel corso delle prossime 72 ore la stabilità atmosferica acquisterà nuovamente punti, giacché il vortice depressionario evolverà rapidamente verso sud-est indebolendosi. Tuttavia, entro giovedì, una n uova ondulazione ciclonica delle correnti in quota consentirà sul Mediterraneo occidentale la formazione di un altro vortice ciclonico, che questa volta sembra intenzionato a colpire durate anche il nostro settore con piogge e possibili temporali di forte intensità.

Sul fronte termico, invece, dopo il calo termico sostanzioso verificatosi nel corso delle ultime 24h, da oggi e per gran parte della settimana le temperature non subiranno sostanziali variazioni di rilievo, mantenendosi grosso modo nel range medio-statistico del periodo e subendo oscillazioni con una forbice massima di scarto di non oltre un paio di gradi tra un giorno e il successivo.