L’alta pressione ha conquistato gran parte del nostro continente e proprio nel corso delle prossime 24h, prima della sua débâcle, piazzerà i suoi massimi pressori tra Balcani e Italia sud-orientale, imponendo il massimo della stabilità atmosferica, regalando altre due giornate di sole e incrementando ulteriormente l’escursione termica, con temperature minime ancora piuttosto basse e con valori massimi in ulteriore lieve aumento.

Nel frattempo, dall’alto Atlantico prenderà corpo un’ondulazione ciclonica che, come mostra l’animazione della carta meteo a 500 hPa, raggiungerà sabato l’angolo nord-orientale della nostra penisola, per poi raggiungere domenica l’area balcanica, non prima di aver interessato marginalmente anche la Puglia.

Il passaggio della “goccia fredda” in quota tra sabato e lunedì provocherà un moderato peggioramento delle condizioni del tempo anche sul nostro settore, specie a partire dal pomeriggio-sera di sabato, quando non si esclude anche la possibilità di qualche breve temporale, e proseguirà tra il variabile e il perturbato fino alle prime ore di lunedì, sebbene non si escluda la possibilità, nel corso delle ore mattutine di domenica, di ampie (seppur brevi) schiarite.

Il rimescolamento dell’aria, causato dalla rotazione dei venti a Maestrale (da domenica), favorirà un moderato calo delle temperature, che torneranno nell’alveo dei valori medi del periodo.