Il cielo azzurro-terso di quest’oggi ha segnato la nuova affermazione dell’alta pressione sul nostro settore, dopo la breve parentesi fredda e debolmente instabile registratasi ad inizio settimana.

Da domani a sabato il tempo proverà ad ingranare la stessa marcia che la scorsa settimana ci ha regalato giornate calde in perfetto stile primaverile, anche se le medesime performance in termini di valori termici l’Anticiclone riuscirà ad ottenerle solo sul centro-nord Italia (da noi temperature massime non oltre i 19/20 gradi). Dal week-end, peraltro, l’approssimarsi di aria umida ed instabile di origine atlantica getterà le radici per un cambiamento delle condizioni atmosferiche su buona parte d’Italia, che soprattutto all’inizio della prossima settimana tenderanno a manifestarsi anche sul nostro settore. Non è dato sapere al momento se si tratterà di una passeggera fase di maltempo o dell’inizio di un periodo meteo–climatico più instabile e fresco. Molto dipenderà da quanto l’Anticiclone azzorriano proverà già a mostrare i muscoli, spazzando via rapidamente la depressione che si formerà sul basso Mediterraneo, oppure se quella medesima area ciclonica fungerà poi da calamita per qualche scorribanda tardiva di masse fredde provenienti dall’estremo nord del continente. Vedremo.

Ad ogni modo, possiamo starcene tranquilli di sicuro fino a sabato, mentre per domenica è possibile che la garanzia della stabilità atmosferica non si accoppi anche alla piena gradevolezza climatica per via della probabile intensificazione delle correnti sciroccali, sebbene di pioggia non ne cadrà fino al termine della settimana. Ad oggi, difatti, sono solo le giornate di lunedì 3 e martedì 4 quelle a maggior rischio di piogge.