È in atto un deciso miglioramento delle condizioni atmosferiche, dopo le piogge del mattino. Passato il fronte principale, difatti, resta ora soltanto una residua nuvolosità ed una ventilazione piuttosto tesa dai quadranti settentrionali, che peraltro è responsabile di un clima alquanto fresco.

Questa situazione, legata al transito di un nucleo ciclonico in quota, è destinata a chiudersi entro la giornata di domani, non prima, tuttavia, di ulteriori annuvolamenti che tra la notte e il mattino di domani – venerdì – potrebbero ancora determinare qualche breve piovasco, più probabile comunque lungo le aree costiere, meno sull’entroterra.

Al contrario, soffieranno vivaci ovunque i venti di Tramontana, quanto meno fino a domenica, mantenendo le temperature al di sotto delle medie stagionali con massime ancora inferiori ai 20 gradi per domani e appena superiori a tale soglia per il weekend.

Infine, rincuoriamoci con l’evoluzione a medio termine, che oggi sembra indicare concordemente da parte di tutti i modelli matematici un inesorabile avanzamento da ovest di una forte struttura anticiclonica che dovrebbe regalarci delle giornate semi-estive negli ultimissimi giorni di maggio e forse totalmente estive per i primissimi di giugno, sebbene è ovvio che queste prime indicazioni tendenziali abbiano ancora necessità di trovare conferme alla luce dei prossimi aggiornamenti modellistici.