Il breve rovescio di pioggia di ieri sera (cumulata di 1 mm.) ha solo eufemisticamente interrotto il periodo di siccità, che durava dal 25 maggio scorso (61 giorni). In realtà, la situazione idrologica si va progressivamente aggravando e non s’intravedono al momento vie d’uscita sotto questo profilo.

Intanto, oggi qualcosa, più a sud e più ad ovest del nostro comparto, è successa. Come previsto, l’instabilità atmosferica prodotta dalla circolazione depressionaria che ha sostituito l’Anticiclone africano, ha messo in moto i classici temporali termo-convettivi (pompati dal caldo-umido dei bassi strati e scatenati dalla presenza di aria più fredda in quota), che localmente sono stati anche di forte intensità.

Ecco la dislocazione delle fulminazioni nel corso di queste ultime ore sulla Puglia centrale. I temporali stanno interessando prevalentemente l’area della Murgia di Sud-Est, in particolare le aree comprese tra Alberobello, Noci, Selva di Fasano e Locorotondo (vedi foto webcam), ove sono caduti tra i 10 e i 30 mm. di pioggia.

L’attività temporalesca proseguirà ancora per altre tre o quattro ore. Un nuovo nucleo temporalesco è in via di attivazione sulle aree murgiane occidentali in questo caso e tende a muoversi proprio in direzione del nostro settore. Come al solito, difficile stabilire l’esatto moto di propagazione e/o l’evoluzione di questo tipo di fenomeni, ma non è da escludersi che entro le 18:00 possa giungere anche su Castellana qualche rovescio temporalesco.

Le condizioni meteo miglioreranno comunque entro la serata e da domani l’atmosfera tornerà stabile e le temperature torneranno ad aumentare, dapprima in modo costante ma lieve, da venerdì/sabato in modo molto più sensibile ed incalzante.