È a dir poco scandaloso leggere certe informazioni sulla stampa nazionale! Sarà il caldo che dà alla testa, ma è davvero improponibile divulgare certe news in un modo a dir poco barbaro ed inappropriato, irrispettoso per chi legge e “beve” come un bicchier d’acqua tali sproloqui.

Dopo le news sul “Meteo impazzito” apparse l’altra settimana sul Corriere della Sera (ma anche oggi il quotidiano milanese ha fatto la sua parte nel divulgare inesattezze), oggi balza agli occhi il titolone di Repubblica: «In Sardegna 50 gradi, 49 a Napoli»!

Solo nel commento successivo è possibile apprezzare la distinzione tra temperature reali e temperature percepite, che sono parametri assai diversi e assolutamente da non confondere, giacché è assurdo pensare che nelle mille e mille condizioni biochimiche e psico-fisiche in cui si trovi una persona, ciascuno “percepisca” la medesima temperatura. Ma in fondo, basta fare un titolone ad effetto, e “chissenefrega”!

Giusto per cercare di essere seri, ecco le massime REALI che si sono oggi registrate sulle città in questione: Firenze 41°C e Napoli 37°C.

Ma v’è di più. Poche righe dopo, il giornale romano la butta giù ancora più pesantemente: «A FIRENZE E CAPO SAN LORENZO 50 GRADI AL SOLE». Di grazia! Qualcuno può ancora credere che le temperature si misurino al sole?? È possibile fornire un’informazione tanto sballata quanto tendenziosa solo per cercare dei facili clic, che tuttavia non fanno altro che creare suggestioni allarmistiche alimentando peraltro le già pompose notizie meteo-climatiche che inetti dell’informazione continuano a far girare indebitamente sul web? Mah! A chi legge, l’ardua sentenza.