Cambia il tempo durante il primo fine settimana di settembre. Un’area depressionaria farà il suo ingresso sul Mediterraneo e sull’Italia e, malgrado non inciderà in maniera significativa sul forte deficit idrico che ci attanaglia quest’anno, arrecherà comunque dei benefici sia in termini di rimescolamento d’aria e di calo delle temperature (almeno pe coloro che non sopportano più il caldo intenso) che in termini di apporti pluviometrici.

Potranno comunque ritenersi fortunati anche i vacanzieri, visto che anche per chi sceglierà di recarsi al mare o di visitare la nostra bella Puglia, vi sarà spazio per qualche ora di sole pieno (specie prima parte di sabato) o comunque di annuvolamenti non forieri di precipitazioni (parte della mattinata di domenica).

Difatti, le precipitazioni appaiono per la nostra regione riservate più alla Puglia centro-settentrionale che a quella centro-meridionale e saranno comunque più probabili solo tra le 13 e le 18 di sabato, nel corso delle primissime ore di domenica e nel tardo pomeriggio dello stesso giorno.

Questa rottura estiva, come già anticipato negli scorsi aggiornamenti, si concreterà comunque in maniera decisamente più significativa sul fronte termico, giacché rispetto alle massime attese per oggi e domani (oltre 30 gradi), già per domenica vi saranno almeno 5 gradi in meno e per l’inizio della prossima settimana il calo delle temperature proseguirà e si avvertirà in modo ancor più sensibile durante la notte e nelle primissime ore del mattino, con valori minimi che potrebbero anche attestarsi appena sopra la soglia dei 15 gradi.

Ancora molta incertezza, al contrario, per la prossima settimana. Torna in auge – alla luce degli ultimissimi aggiornamenti – una ritornante instabile per martedì/mercoledì ed un possibile nuovo guasto per venerdì/sabato, ma il tutto da prendere assolutamente con le pinze, viste le “giravolte modellistiche” che stanno caratterizzando questa fase iniziale di transizione stagionale tra estate ed autunno.

Weekend (1).png