Manca ormai poco più di un giorno al termine della stagione estiva 2017. Domani sera avrà inizio, in coincidenza dell’Equinozio, l’Autunno. In realtà, abbiamo già constatato un marcatissimo cambio di tipo stagionale. Basti pensare ai soli 12.6°C registrati stamani sul nostro paese, valori che si ripresenteranno – grado più, grado meno – anche per le prossime due notti.

Sul fronte atmosferico, al contrario, il cambio stagionale non sembra ancora avvenuto, considerato che anche quest’ultima passata perturbata ha prodotto più nubi e fresco che precipitazioni.

Anche su questo fronte, tuttavia, la situazione potrebbe presto mutare, e forse anche in maniera sostanziale e repentina, giacché sin da domenica la situazione atmosferica complessiva andrà rapidamente deteriorandosi sia per una ritornante ciclonica del vortice che ci ha appena interessato, sia per una sovrapposizione più temperata, ma umida ed instabile, proveniente dall’Atlantico.

Se così fosse, tanto domenica, quanto poi soprattutto nel corso della prossima settimana, anche il fattore “pioggia” cambierà modalità, passando all'”Autumn mood“. Si spera soltanto che lo «spegnimento della modalità precipitativa estiva» significhi solo un congruo bilanciamento della piovosità da contrapporre ai mesi di siccità estiva e non una sorta di «riequilibrio attraverso nuovi squilibri», ossia l’arrivo di ingenti quantitativi di precipitazioni, che cadono per giunta in ristretti spazi di tempo. Purtroppo, negli anni 2000 quest’ultima peculiarità meteorologica è quasi sempre stata quella che ha prevalso.