Sono finalmente giunti a maturazione, anche per il settore centrale pugliese, i frutti dell’azione depressionaria che nei giorni scorsi ha bagnato dapprima il Salento e poi il centro-nord della regione, risparmiando invece gran parte della Provincia di Bari. Son caduti circa 25 mm. di pioggia nel corso delle ultime 24 ore e probabilmente ne cadranno almeno un’altra decina per le prossime 18/24 ore.

Difatti, i disturbi del minimo di pressione situato sullo Ionio (ma soprattutto anche i benefici derivanti da attesissime e salutari piogge) si ripresenteranno tanto nel corso dell’ultima parte di oggi, quanto nella prima parte di domani, dispensando ancora nuove e preziose precipitazioni sulle nostre terre riarse.

Il maltempo si esaurirà definitivamente entro domani sera, consentendoci di godere di una domenica tutto sommato discreta con residui annuvolamenti ma anche ampie schiarite.

Resterà umido e fresco il clima, quantunque l’assenza di ventilazione significativa e l’azione dei raggi solari, ancora determinanti per il surriscaldamento dell’aria, permetteranno comunque un rimbalzo termico nella giornata del 1° ottobre, con massime che potrebbero, seppur di poco, superare i 20 gradi.

Quanto al medio/lungo termine, sembra essersi dipanata la matassa relativa all’evoluzione del tempo per la prossima settimana, che fino a ieri contrapponeva, muro contro muro, i due principali modelli matematici. La spunta il modello inglese, ECMWF, che aveva fiutato sin da qualche giorno che i primi di ottobre sarebbero potuti trascorrere con tempo buono o discreto e con temperature in moderato rialzo. Sembra proprio debba andare così, almeno fino al pomeriggio del 4 ottobre, poi si vedrà. L’autunno vero, invece, da domenica a mercoledì, se ne starà in panchina.