Prepariamoci ad una notte di Halloween particolarmente fredda. Per la prima volta nel semestre freddo 2017-2018 avremo una serata con temperature sotto i 10 gradi e domattina, poco prima dell’alba, potrebbero registrarsi valori minimi attorno ai 7/8°C.

Sono gli effetti del regime anticiclonico che, se da un lato, ci consentono di mantenere una stabilità atmosferica assoluta, dall’altro, specie nelle ore non assolate, permettono ai termometri di scendere agevolmente, specie in presenza di cielo notturno stellato, per via del cosiddetto “irraggiamento”, ossia della perdita di calore per dispersione e assenza di vento.

Domani – solennità di Tutti i Santi – avremo una buona insolazione con massime che potrebbero, seppur di poco, superare i 15 gradi, ma la medesima situazione termica della prossima notte si ripeterà anche nella notte a cavallo tra mercoledì e giovedì, con ritorno, se non ulteriore accentuazione, del freddo serale/notturno/primo mattutino.

Soltanto da giovedì la rotazione dei venti ai quadranti meridionali consentirà un aumento lieve e graduale delle temperature, con valori pressoché rientranti nell’ambito delle medie stagionali.

Infine, dalle ultime interpolazioni modellistiche, appare acclarato che poco o nulla cambierà dell’attuale “immobilità atmosferica” fino a sabato. A seguire, sta via via prendendo corpo l’ipotesi di un peggioramento del tempo (tra domenica e lunedì prossimi), che lascerebbe presagire una svolta stagionale più netta dall’inizio della prossima settimana, ma bisognerà attendere conferme per scoprire se potremo realmente uscire, o meno, da questa straordinaria situazione di siccità e conseguente deficit idrico.