Il vortice depressionario, resosi responsabile del netto cambiamento stagionale in atto, è ancora in azione sull’Italia, ove dispensa precipitazioni specie nelle aree esposte alla circolazione ciclonica. Il perno del sistema depressionario è tuttora sul Tirreno centrale e per le prossime 12 ore potrebbe ancora determinare qualche isolato fenomeno anche sulla Puglia, ma in generale, tanto per domani quanto per dopodomani, una maggiore occidentalizzazione delle correnti, con l’arrivo di aria più secca in quota, favorirà un po’ ovunque – e dalle nostre parti in particolare – un relativo miglioramento del tempo con minore nuvolosità e più basse probabilità di precipitazioni, specie per la giornata di giovedì.

tempresult_ofe7.gifTuttavia, il nuovo andamento stagionale – che si sta caratterizzando per la più facile penetrazione nel bacino del Mediterraneo di aria instabile fresca ed umida, foriera di maltempo generalizzato – avrà presto modo di fornire ulteriori conferme sulle sue attitudini. Già da giovedì, infatti, l’attivazione di una nuova area depressionaria sul Golfo del Leone rimetterà in gioco nubi e precipitazioni. Il nuovo minimo andrà progressivamente spostandosi verso sud-est, approfondendosi ulteriormente e attivando un flusso di correnti perturbate meridionali, particolarmente instabili e vorticose, foriere di maltempo localmente anche acuto.

Vi è ancora un certo margine di incertezza sull’intensità dei fenomeni che si genereranno nello specifico sul nostro settore, ma di sicuro già a partire da venerdì mattina nubi e fenomeni riguadagneranno terreno, portandosi dal Tirreno e dallo Ionio verso il sud peninsulare e verso il basso Adriatico, ove potrebbero risultare particolarmente soprattutto nella notte tra venerdì e sabato, sempre che le ultime indicazioni modellistiche si rivelino esatte e perciò riscontrabili poi effettivamente nella realtà.

Quanto alle temperature, non si avranno variazioni sostanziali nel corso dei prossimi giorni, se non una moderata, temporanea diminuzione delle minime nel corso di giovedì ed un moderato incremento, sempre nei valori minimi notturni, durante il giorno successivo, per effetto dell’apporto più umido e caldo da sud, che tuttavia fungerà proprio da carburante per l’innesco di fenomeni potenzialmente molto intensi.

Restate connessi su Meteo Castellana per essere al corrente delle eventuali variazioni e degli avvisi di maltempo che potrebbero essere emessi nel corso dei prossimi giorni.