I connotati meteo del “bolide” gelido e le previsioni per le prossime 72 ore

Proviamo a tracciare, dopo altri tre aggiornamenti modellistici di tipo confermativo (rispetto alle indicazioni di ieri) l’evoluzione che ci attende per i prossimi tre giorni, corredata da qualche dato importante e da almeno una schematizzazione di fondo dei fenomeni che ci attendono (da confermare comunque alla luce degli aggiornamenti di domani) a seguito della prevista irruzione d’aria gelida, che raggiungerà la Puglia a partire dalle ore notturne a cavallo tra venerdì 22 e sabato 23 febbraio.

Di seguito i “connotati” meteorologici riguardanti il “bolide” d’aria gelida in arrivo, completati da alcuni dati significativi che marcheranno il suo passaggio sul nostro territorio.

  • Configurazione generale: moto retrogrado di un cospicuo nucleo di aria gelida in scorrimento lungo il bordo orientale di un potente e vasto sistema anticiclonico in rinforzo tra il Sud-Ovest del Continente e la Regione Scandinava;
  • Origine dell’ondulazione ciclonica: Bassopiano Sarmatico russo;
  • Provenienza del flusso d’aria gelida: Penisola di Kola (Artico Russo);
  • Temperatura minima del nucleo gelido a 500 hPa (a circa 5.335 mt.): -32/-33°C per la seconda parte di sabato 23 febbraio;
  • Temperatura minima del nucleo gelido a 850 hPa (a circa 1.440 mt.): -8/-10°C;

Effetti probabili del passaggio del bolide gelido sul nostro settore nel corso delle prossime 72 ore

Venerdì 22 febbraio: nubi in aumento già nel corso della mattinata, ma senza fenomeni. Venti deboli dai quadranti occidentali in graduale intensificazione dal pomeriggio. Temperature pressoché invariate con massime sugli 11/12°C. Dalla sera (o dalla tarda serata) ulteriore peggioramento con possibili temporali marittimi in avvicinamento dalla costa, seguiti da forti venti di Tramontana e da un brusco e sostanzioso calo delle temperature. Moto ondoso sul basso Adriatico in rapido aumento.

Sabato 23 febbraio: nuvolosità variabile al mattino con episodici rovesci di neve, o di gragnola, accompagnati da impetuose raffiche di vento in rotazione da Tramontana a Grecale. Dal pomeriggio tendenza a peggioramento con probabili nevicate più intense fino a sera/notte. In questa fase saranno possibili anche accumuli di neve al suolo, variabili da zona a zona, ma grossomodo non superiori ai 5 cm. Venti molto forti di Grecale con raffiche fino a 75/80 Km/h. Adriatico meridionale da agitato a molto agitato! Crollo ulteriore delle temperature con minime a tratti sottozero anche durante il giorno!

Domenica 24 febbraio: residui annuvolamenti tra la notte e le prime ore del mattino, ma senza ulteriori fenomeni e con tendenza a miglioramento. Venti ancora forti da nord-est, ma in rapida attenuazione. Moto ondoso in diminuzione. Temperature ancora molto basse, ma in aumento rispetto al giorno precedente.

Il presente articolo valga come pre-allerta meteo, in attesa di ulteriori conferme e/o di comunicazioni ufficiali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑