Nel mezzo del cammin della primavera ci ritrovammo…

… ad un passo dall’inverno

Un ramo del Vortice Polare, proprio come accadrebbe in inverno, ha lanciato la sua offensiva sulla nostra penisola ed il tempo, malgrado la stagione primaverile ormai avanzata, ha assunto caratteristiche simil-invernali, in modo particolare sul centro-nord Italia, ove non sono mancate delle nevicate extrastagionali.

Anche da noi, tra precipitazioni anche a carattere di grandine e brusco calo delle temperature, la situazione non si è poi discostata più di tanto da quella che sarebbe potuta essere una giornata di inizio marzo, se non di fine febbraio. Benché la massima sia stata oggi di 16.3°C, all’ora in cui in questo periodo si dovrebbe registrare il valore termico più alto della giornata (ossia attorno alle 14:00) di gradi ce n’erano addirittura meno di 10, esattamente 9.6°C, che rispetto ai valori delle temperature medio-statistiche della I decade di maggio segna un di sicuro poco primaverile scarto negativo di ben 11 gradi!

L’asse depressionario, attualmente proprio sulle nostre teste, per fortuna da domani traslerà verso levante e lascerà perciò spazio ad un netto miglioramento delle condizioni atmosferiche. Tuttavia, insisteranno ancora delle forti correnti settentrionali, che difficilmente riusciranno ad alzare la colonnina di mercurio. Bene che vada, le massime non andranno oltre i 13/14°C, mentre solo da mercoledì, con la cessazione del flusso freddo da nord, potremo finalmente tornare su valori quasi in linea con quelli della media.

Passata infatti questa ennesima sfuriata di una capricciosissima stagione di mezzo, per qualche giorno potremo godere di tempo più stabile e soleggiato, grazie soprattutto ad una occidentalizzazione del flusso atmosferico, che espanderà verso l’Italia un timido lembo anticiclonico di natura azzorriana.

A dirla tutta, esso sarà così timido che entro il termine della settimana potrebbe lasciare il posto ad un’altra ondulazione ciclonica a carattere freddo, che rappresenterebbe davvero una marcatissima anomalia rispetto a quanto dovrebbe accadere normalmente a questo punto della stagione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑