Verso un nuovo peggioramento, ma l’ultimo della serie. Domenica con nubi, vento forte e piogge

Sarà l’ultima della serie “Novembre vorticoso”, ma siamo in procinto di sperimentare un’altra fase meteo perturbata, che sul nostro settore si paleserà nel corso di domenica ma che avrà qualche prodromo già sabato e qualche strascico lunedì.

Si tratta di un’altra ondulazione di tipo ciclonico, ancora una volta di provenienza atlantica ed ancora una volta pronta a trasformarsi nel bacino del Mediteranno (mare ancora caldo) in un vortice di bassa pressione anche al suolo, con conseguente forte maltempo su diverse aree del Paese.

Questa volta a dover fare maggiormente i conti con piogge abbondanti, temporali di forte intensità, venti impetuosi e conseguenti mareggiate saranno soprattutto alcune aree del centro-sud Italia, in particolare quelle del versante ionico (vedi carta sotto), in prima battuta la Sicilia orientale, la Calabria e la Basilicata, ed in seconda battuta anche la nostra Puglia (Salento in generale, ma Golfo di Taranto in pole position).

Precipitazioni attese per le ore centrali di domenica 24 novembre

E per quel che riguarda la nostra zona?

Se le proiezioni modellistiche che più oggi godono – per così dire – del favore del pronostico dovessero trovare conferma nel corso dei prossimi aggiornamenti, il nostro territorio si ritroverebbe alle prese con il maltempo soprattutto nel corso della seconda parte di domenica e nelle primissime ore di lunedì, ma si tratterebbe di una normale fase perturbata di stampo autunnale, senza alcun allarme e con quantitativi di pioggia mediamente stimabili in un range compreso tra i 10 e i 20 mm. (di certo sufficienti, comunque, a rendere complessivamente più piovoso della norma questo mese di novembre).

Ancora una volta, comunque, saremo costretti a sopportare, sin da domani, una progressiva intensificazione dei venti di Scirocco, con tanta umidità e con raffiche di vento (vedi carta sotto riportata) che nel corso di domenica potrebbero nuovamente superare i 55/60 Km/h con punte di 65 a 10 metri dal suolo (per intenderci sopra i nostri palazzi e non lungo le vie che di solito frequentiamo).

Venti forti di Scirocco in azione domenica specie sul versante ionico, a seguito dello spostamento dell’area depressionaria dal Tirreno centro-meridionale allo Ionio meridionale

A seguire, secondo la stragran parte dei modelli matematici, la situazione meteo-climatica appare decisamente più tranquilla. Le depressioni dovrebbero salire di latitudine per almeno una settimana interrompendo l’afflusso di aria umida ed instabile attraverso quel canale privilegiato (spesso seguito durante la seconda decade di novembre) che univa l’Atlantico al Mediterraneo e che trasformava, a sua volta, il Mare Nostrum in una fucina di sistemi perturbati. Al suo posto terrebbe banco, invece, un flusso di correnti molto meno vorticose a prevalente curvatura anticiclonica, che specie per il nostro sud significherebbe tempo sufficientemente stabile e, almeno di giorno, anche dal clima piuttosto gradevole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑