La dama bianca arriva in ritardo ma dà spettacolo

Quella che sta per chiudersi è stata la giornata più invernale di tutte. Peccato che abbiamo dovuto attendere marzo, ma ‒ si dirà non senza un certo fastidio per il tempo sin qui inutilizzato da parte dell’inverno per fare il suo dovere ‒ meglio tardi che mai!

Ed è così che dopo qualche ora dall’inizio della primavera meteorologica (data convenzionale stabilita dall’Organizzazione Meteorologica Mondiale per segnare l’inizio delle caratteristiche meteo-climatiche della stagione di mezzo), sin dalle 4 del mattino anche sulla nostra Castellana la mitica «dama bianca» ha fatto il suo ingresso. In realtà, si è trattato di un’entrata trionfale nel corso della mattinata, poiché la neve è caduta sotto forma di veri e propri fazzoletti bianchi in libera e dolce discesa dal cielo per quanto larga è risultata l’ampiezza dei fiocchi. Persino un bel tuono ha salutato l’arrivo della dama, e i temporali nevosi ‒ per la verità ‒ non sono proprio così frequenti e danno sempre una certa emozione quando non si odono con il classico sfondo di nubi nere e minacciose, ma con il cielo rigorosamente bianco latte.

Tra le città limitrofe, Castellana, unitamente alla Valle d’Itria, è stata forse quella più interessata dalla nevicata odierna. In campagna gli accumuli di neve al suolo sono localmente risultati appena sotto i 10 cm. e lo spettacolo dello scenario murgiano innevato è stato ampiamente testimoniato anche dalle foto degli utenti di Meteo Castellana (che si ringraziano) e da quello personale di chi vi scrive.

Nel pomeriggio la trasformazione della neve in pioggia mista a neve ha un po’ disilluso chi sperava che l’ulteriore apporto di aria umida dal mare ‒ con le nubi che per “convezione” continuavano a generarsi e a dispensare precipitazioni salendo di quota (è il classico Effetto Stau di addossamento delle masse d’aria sui primi contrafforti sopravvento) ‒ potesse continuare a consentire la caduta di neve a quote molto basse. Ed invece, la quota neve è risalita di parecchio e ha riservato neve pura solo oltre i 500 metri.

Ma ora tutto finito? Quasi tutto.

Il tempo è in deciso miglioramento, ma non mancheranno dei residui rovesci di pioggia mista a neve in nottata, ma con accumuli al suolo probabili solo a partire dai 400/450 metri.

Ad ogni modo, domani le nubi si diraderanno rapidamente ed anche le temperature saliranno, con le massime attorno ai 6/7°C, mentre con le minime ancora appena superiori allo zero.

Forse soltanto giovedì si caratterizzerà per l’assenza di precipitazioni, mentre già a partire da venerdì il tempo ripeggiorerà, sebbene con caratteristiche termiche meno rigide e arrivo di sola pioggia.

Nei prossimi giorni si cercherà di cogliere nel dettaglio quel che accadrà esattamente. Restate aggiornati su MC.