L’inverno non molla, la neve ci riprova

Marzo continua ostinatamente ad imporre un andamento meteo tipicamente invernale, come non lo si vedeva da tempo e come non lo si è visto per tutta la stagione fredda 2021-22.

Con una media di 5°C tra valori minimi notturni e valori massimi diurni, marzo, nella sua prima settimana, sta risultando più freddo della norma di ben 5 gradi, e con i suoi 65 mm. di pioggia già caduti ha totalizzato in pochissimi giorni il quantitativo medio statistico dell’intero mese!

Ma non finisce qui. Dopo un lunedì freddo e nuvoloso, da domani pomeriggio è atteso un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo-climatiche ad opera di una nuova retrogressione fredda da est, che si presenterà sotto forma di un vortice ciclonico ricolmo di aria a -34°C a 5.360 metri circa di altitudine (quota geopotenziale di 500 hPa) e valori isotermici a circa 1.350 metri (850 hPa) di –5/-6°C.

Tutto ciò si tradurrà in una fase di maltempo con precipitazioni che al di sopra dei 300/350 metri di altitudine risulteranno a carattere nevoso, mentre più in basso (nella fascia tra 300/350 e 100/150 metri) si presenteranno sotto forma di pioggia mista a neve. In pianura e sulle coste sarà solo pioggia. Come potrà facilmente intuirsi, Castellana si ritroverà al margine fra la quota neve e la quota in cui la precipitazione potrebbe risultare più annacquata o di pioggia mista a neve. Ovviamente, nel secondo caso non vi sarebbero accumuli, nel primo invece si, a seconda dell’intensità e della persistenza dei fenomeni.

Difficilmente, stando alle analisi comparate dei modelli matematici, si ripeterà la medesima occasione per neve a tratti anche copiosa della scorsa settimana. Nondimeno, fino alla giornata di mercoledì 9 compresa, potremo ancora sperimentare gli effetti di questo quasi inedito connubio che marzo ha stabilito con l’inverno e che ci permetterà di vedere ancora la dama bianca ospite della bassa Murgia.