Più che di inizio primavera, ora possiamo parlare almeno di fine inverno

Dopo l’Equinozio di Primavera, che ieri ha sancito l’avvio ufficiale della stagione di mezzo, finalmente marzo rivelerà durante i prossimi giorni uno dei suoi lati migliori: la stabilità atmosferica.

E così, dopo il freddo di questi ultimi giorni, almeno durante le ore diurne, in questa settimana potremo sperimentare giornate prevalentemente caratterizzate da ampio soleggiamento, con solo residui ed innocui addensamenti nuvolosi. Proprio la serenità prevalente del cielo, tuttavia, se di giorno riuscirà a garantire un progressivo innalzamento delle temperature, di notte, al contrario, essa imporrà ancora temperature largamente invernali, con minime decisamente basse, quanto meno fino a metà settimana.

Ieri mattina il termometro ha nuovamente sfiorato gli zero gradi (0.3°C per l’esattezza), mentre quest’oggi la minima è stata di 1°C. In entrambi i casi si sono registrate ancora brinate estese ed il rischio di nuove gelate non è affatto da escludersi anche per le prossime due nottate. Soltanto da giovedì anche le minime cominceranno a salire e potrà apprezzarsi un certo surriscaldamento anche di notte.

Questo cambiamento, tuttavia, potrebbe rappresentare il prodromo di un peggioramento del tempo attorno al weekend su cui, tuttavia, si dettaglierà solo nel corso dei prossimi giorni, data la scadenza temporale ancora troppo ampia.