Altre 48 ore di quasi estate, poi atteso un ridimensionamento termico

Abbiamo vissuto un fantastico weekend maggiolino, che ha permesso a molti di aprire ufficialmente l’estate con i primi bagni e la prima tintarella. Tutto merito dell’alta pressione, che ha compresso l’aria surriscaldandola fino a portare ieri la massima a 26.7°C, +3.6°C oltre la media.

Tra oggi e domani la stabilità atmosferica subirà un certo affievolimento e per questo fioriranno nel corso delle ore centrali e pomeridiane (sia di oggi che di domani) degli ammassi nuvolosi, specie in direzione delle aree montuose, che localmente potranno anche dar luogo a qualche isolato temporale. Difficilmente sul nostro comparto si registreranno fenomeni, ma è facile che parte di quegli addensamenti riescano ad annuvolare il cielo anche delle aree limitrofe a quelle più soggette all’instabilità pomeridiana, come la nostra cittadina.

Non cambierà di molto, invece, il quadro termico, almeno fino a mercoledì, con temperature massime sempre superiori ai 25°C, con qualche punta prossima ai 27°C.

A seguire, invece, è atteso un calo dei valori termici per almeno 48 ore (tra giovedì e venerdì) per l’arrivo di correnti più fresche da nord, che limeranno di non poco i valori massimi, che tenderanno così a rientrare nell’ambito dei valori medi stagionali, se non anche ad attestarsi leggermente al di sotto di tale soglia.

Le prime indicazioni per il prossimo weekend, al contrario, mostrano un chiaro segnale di nuova accelerata stagionale, con un’invadente anticiclone che questa volta potrebbe incidere con maggior vigore sul nostro settore, determinando un netto anticipo d’estate, con temperature pronte a spingersi verso la soglia – più che estiva – dei 30 gradi. Vedremo nel corso dei prossimi giorni se questa linea di tendenza sarà confermata oppure se interverranno fattori che rettificheranno questa proiezione.