L’estate gradevole continua. L’Africa resterà lì dov’è

Reduci da un weekend fresco e ventoso, anche l’inizio di questa settimana si contraddistingue per temperature assai gradevoli e venti settentrionali ancora sostenuti.

La configurazione barica, difatti, ci vede ancora parzialmente inseriti nel cavo d’onda depressionario in quota, che la scorsa settimana è riuscito a provocare una moderata fase di maltempo, mentre al suolo ci ritroveremo ancora per qualche ora nel canale d’aria fresca, che segue la medesima depressione.

Da domani, infatti, i venti si attenueranno e le temperature tenderanno gradatamente ad aumentare, ma per gran parte della settimana i valori termici resteranno grossomodo nell’ambito delle medie stagionali, senza alcun eccesso di calore.

L’Anticiclone africano, attivo sul comparto sud-occidentale europeo, resterà quasi stazionario tra Marocco, Algeria e Penisola Iberica, influenzando solo parzialmente l’Italia più occidentale e lasciando invece il nostro settore ben ai margini della sua azione di surriscaldamento.

Anzi, non è affatto detto che a medio termine proprio il nostro settore si ritrovi esposto ad ulteriori refoli freschi che, nella migliore delle ipotesi, potrebbero mantenere il caldo lontano ancora per un bel po’ dalle nostre terre, ma, d’altro canto, potrebbero anche essere accompagnati da temporanee fasi d’instabilità, inevitabilmente legate a qualche disturbo e/o precipitazione.

Staremo a vedere. Per il momento, quando attraverso i media sentirete il solito assillo della combriccola di “Scipione”, turatevi le orecchie e pensate che sarà solo e soltanto l’ennesima fake news.