Superato il picco della terza onda di calore, ma il caldo intenso perdurerà per un’altra settimana

Consoliamoci! Oggi la massima è risultata più bassa di un grado rispetto a ieri (solo – si fa per dire – 36.7°C).

Un motivo di più concreta consolazione lo riscontreremo domani, grazie ad un temporaneo, effimero cedimento dell’onda di calore di tipo subtropicale, con temperature in calo di almeno 4 gradi. Non dovremmo difatti superare i 32/33°C. Direte: «Poca cosa!», ma se dovessimo pensare all’ipotesi, sempre più plausibile, che questa terza onda di calore possa durare almeno fino al 6 luglio, cuocendoci per bene a fuoco lento per ancora una settimana, beh c’è di sicuro da trovare motivo di grande consolazione se per almeno un giorno e una notte ritroveremo un’estate anche solo vagamente somigliante a quella di tipo mediterraneo anziché ad una da Africa tropicale.

Come si sarà intuito, già da venerdì l’onda anticiclonica di matrice africana si premurerà di stendere la sua cappa di caldo asfissiante su gran parte del centro-sud Italia e ci propinerà ancora temperature massime che, se per il fine settimana si aggireranno tra i 32 e i 34°C, per l’inizio della prossima settimana minacciano di valicare di nuovo e ampiamente la soglia dei 35°C.

Solo dopo il 6 o 7 luglio è probabile che questa forte ed interminabile terza onda di calore stagionale cessi di tormentarci e lasci finalmente spazio ad un’estate più vivibile.