Weekend di fine autunno tra grigiore diffuso, venti tesi, piogge e temperature in calo

La porta d’ingresso dell’Atlantico continua a restare aperta e tra poche ore dall’Europa nord-occidentale sbarcherà sul Mediterraneo una nuova massa d’aria molto fresca, umida ed instabile di origine oceanica. Essa favorirà presto una ciclogenesi mediterranea con la formazione di un vortice di bassa pressione sul Tirreno, in progressione verso sud.

Dall’esatta collocazione dell’area depressionaria dipenderà anche la distribuzione delle precipitazioni, in modo particolare sul nostro comparto che, dalle ultime elaborazioni modellistiche, potrebbe restare un po’ ai margini del forte maltempo, atteso su buona parte del sud peninsulare.

Se, difatti, dovessero avere effettivo riscontro nella realtà le ultime interpolazioni dei modelli matematici – che prevedono un sostanziale west-shift della depressione (ovvero un posizionamento più occidentale rispetto a quanto previsto nei giorni scorsi) –, è probabile che proprio il settore più orientale e costiero della Puglia risulti meno interessato dalle forti piogge che si attengono sul resto delle regioni meridionali.

Ad ogni modo, non sarà di certo un fine settimana di clima piacevole. Grigiore diffuso, venti in intensificazione, piogge e temperature in calo saranno tutti fattori che etichetteranno comunque questo weekend come un classico periodo fine-novembrino a cavallo tra l’autunno e l’inverno.