Primo approccio dell’Inverno. Rovesci e venti forti in arrivo seguiti da aria piuttosto fredda, ma per la Notte delle Fanove…

L’attesa ondulazione ciclonica di matrice atlantica è giunta sul nostro settore questa mattina con venti meridionali, nubi e, com’era nelle attese, con qualche pioggia.

Nel corso delle prossime ore la progressione verso sud-est di tale ondulazione continuerà a produrre tempo instabile con nuvolosità irregolare ed ulteriori occasioni per piogge o rovesci intermittenti, che cesseranno entro la sera di domani, martedì 10.

Se a precedere l’arrivo della perturbazione sono stati i venti meridionali, da domani ad accompagnare rapidamente il fronte verso Grecia e Balcani saranno tese correnti settentrionali, che soprattutto nella seconda parte del giorno e nella notte su mercoledì spireranno con raffiche anche piuttosto intense, con punte anche oltre i 70 Km/h!

L’azione dei forti venti e il riversamento di una massa d’aria più fredda di quella esistente comporterà altresì una diminuzione cospicua delle temperature e determinerà una percezione del freddo accentuata, con massime che domani non supereranno gli 8/9°C.

Il tempo migliorerà decisamente a partire dalla sera di martedì con schiarite sempre più ampie e, progressivamente, con rasserenamenti che si paleseranno in modo più visibile nel corso di mercoledì.

L’11 gennaio – giornata meteorologicamente fondamentale per l’esito dei festeggiamenti legati alla rievocazione storica dell’evento che liberò Castellana nel 1691 dalla terribile peste per intercessione della patrona, la Madonna della Vetrana – trascorrerà perciò con tempo tra il variabile e il discreto con presenza del sole prevalente, specie dal pomeriggio. Tuttavia, insisteranno, almeno fino al primo pomeriggio, intense correnti fredde settentrionali, che tenderanno per fortuna a smorzarsi entro sera, consentendo un tranquillo svolgimento della Notte delle Fanove.

In serata, pertanto, le condizioni meteo non dovrebbero causare alcun problema per lo svolgimento dei festeggiamenti, che il nostro paese attende ormai da tre anni. La mancanza di eventi atmosferici in grado di mettere a rischio la serata sarà comunque compensata da temperature piuttosto basse, con valori che resteranno sotto i 5°C.

Quella di mercoledì sarà una felice e inusuale pausa di tempo relativamente conciliante per i festeggiamenti patronali, giacché già nel corso di giovedì 12 il tempo ripeggiorerà e metterà in forse il tranquillo svolgimento del giorno di festa patronale con l’arrivo dell’immagine processionale della Madonna della Vetrana.

Torneremo a puntualizzare meglio quel che accadrà da un punto di vista meteorologico per il 12 gennaio per verificare se vi saranno eventuali spazi asciutti che consentiranno o meno lo svolgimento della processione.